Martignetti e Romano - Studio Legale
Header Logo

Articoli e sentenze, suddivisi per aree tematiche

Cass. 4 febbraio n. 2653 – Nessun assegno alla ex moglie se rifiuta di lavorare

  • 14 febbraio 2021
  • avv. Maria Martignetti

Addio all’assegno divorzile per una donna di 46 anni, in buone condizioni di salute ma con poca voglia di attivarsi per trovare un lavoro.

Vittoria definitiva, quindi, per l’ex marito, liberatosi dall’obbligo di versare alla ex moglie 200 euro ogni mese.

Inutilmente il legale della donna ha rappresentato ai Giudici che la sua cliente era ormai “fuori mercato” non avendo mai lavorato durante gli anni del matrimonio; «il tenore di vita goduto dalla famiglia in costanza di…

[Continua a leggere]

L’EX MARITO È TENUTO A GARANTIRE ALL’EX MOGLIE L’ASSEGNO DIVORZILE DI FRONTE AD UNA FORTE SINDROME DEPRESSIVA

  • 20 ottobre 2020
  • avv. Claudia Romano

(Corte di Cassazione, sez. I Civile, ordinanza n. 21140/20)

L’assegno divorzile è una delle principali conseguenze del divorzio relative al patrimonio, perché attraverso il divorzio il giudice stabilisce l’eventuale diritto di uno dei coniugi di percepirlo.

Esso trova il proprio fondamento giuridico nell’art.5 legge n. 898/70, che prevede il riconoscimento dell’assegno in favore del coniuge divorziato solo “quando quest’ultimo non ha mezzi adeguati o comunque non può…

[Continua a leggere]

Assegno divorzile e concreta verifica dell’attitudine dell’ex coniuge al lavoro – ordinanza n. 18522/20 della Corte di Cassazione, sez. VI Civile, depositata il 4 settembre

  • 9 settembre 2020
  • avv. Luigi Romano

L’ordinanza de quo ha ad oggetto un ricorso avverso il decreto con il quale la Corte d’Appello de L’Aquila aveva respinta la richiesta, proposta dall’ex marito, di revoca dell’assegno divorzile di euro 400, disposto a favore della ex moglie con la sentenza definitiva di cessazione degli effetti civili del matrimonio pronunciata dal Tribunale.

Con un unico motivo di ricorso, l’ex marito eccepisce l’omessa valutazione della possibilità dell’ex moglie di ricercare un…

[Continua a leggere]

L’ex moglie che lavora in nero perde il diritto all’assegno di mantenimento – Cassazione Civile, Sez. I^, Ordinanza n°5603 del 29 novembre 2019, depositata in cancelleria il 28 febbraio 2020

  • 2 aprile 2020
  • avv. Luigi Romano

La Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione, con ordinanza n°5603 del 29 novembre 2019, depositata in cancelleria il 28 febbraio 2020, ha statuito – alla luce dei principi già affermati in materia – che non può riconoscersi il diritto a percepire l’assegno di mantenimento all’ex moglie che svolge un lavoro in nero di cui non possa accertarsi l’effettivo guadagno che la stessa realizza.

Il caso

La vicenda trae origine da una causa di cessazione degli effetti civili del…

[Continua a leggere]

Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 1, ordinanza 30 ottobre 2019 n. 27771 – assegno di divorzio: funzione assistenziale, compensativa e perequativa

  • 1 novembre 2019
  • avv. Maria Martignetti

La Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 1, ordinanza 30 ottobre 2019 n. 27771 ha statuito che  all’assegno divorzile in favore dell’ex coniuge deve attribuirsi, oltre alla natura assistenziale, anche natura perequativo-compensativa. Detta natura discende direttamente dalla declinazione del principio costituzionale di solidarietà e conduce al riconoscimento di un contributo volto a consentire al richiedente non il conseguimento dell’autosufficienza economica sulla base di un…

[Continua a leggere]

L’ex coniuge ha una nuova famiglia? Perde il diritto all’assegno separatizio – Cass. civ. Sez. I, Sent., (ud. 03-12-2018) 19-12-2018, n°32871

  • 27 dicembre 2018
  • avv. Luigi Romano

Con sentenza n°32871 del 3 dicembre 2018, depositata in data 19 dicembre 2018, la I^ sezione della Corte di Cassazione è tornata nuovamente a chiarire le conseguenze della creazione di una nuova famiglia sul diritto del coniuge separato e/o divorziato all’assegno di mantenimento.

Il caso in esame

In accoglimento dell’appello promosso da un marito avverso la sentenza di separazione, con cui il giudice di prime cure aveva riconosciuto all’ex moglie il diritto a percepire un assegno…

[Continua a leggere]

Assegno divorzile, a chi spetta? Disamina delle pronunce di merito successive alla sentenza delle Sezioni Unite n°18287/18

  • 6 novembre 2018
  • avv. Luigi Romano

Il principio di diritto enunciato dalle Sezioni Unite con la recente sentenza n°18287 dell’11 luglio 2018

Come oramai noto a tutti, o quasi, le Sezioni Unite della Suprema Corte di Cassazione, con sentenza n°18287 del 11 luglio 2018, hanno chiarito la natura e i presupposti per il riconoscimento dell’assegno di divorzio enunciati dall’art. 5 della legge n°898 del 1° dicembre 1970, pronunciando il seguente condivisibile principio di diritto: Ai sensi della L. n. 898 del…

[Continua a leggere]

L’ex moglie ha una nuova stabile convivenza? Se comprovato l’assegno divorzile non è più dovuto -Tribunale di Ancona, sez. I^, decreto n°6360 del 21 maggio 2018

  • 13 giugno 2018
  • avv. Luigi Romano

Il Tribunale civile d’Ancona, si è recentemente pronunciato su una delle questioni più comuni che sorgono a seguito della disgregazione della famiglia “tradizionale” fondata sul matrimonio e dall’instaurazione di nuovi rapporti sentimentali da parte dell’ex moglie e l’ex marito: la debenza, o meno, dell’assegno divorzile.

Come sottolineato più volte negli ultimi anni dalla Suprema Corte, infatti, una mera relazione, priva dei caratteri di stabilità, non fa venir meno, di…

[Continua a leggere]

Al via la revisione degli assegni divorzili basati sul “vecchio” parametro dello stile di vita in costanza di matrimonio – Cassazione civile, sez. VI, ordinanza n°28326 del 17 ottobre 2017, pubblicata il 28 novembre 2017

  • 29 novembre 2017
  • avv. Luigi Romano

Ancora non è sopito il fragore mediatico sollevato dalla sentenza con cui la Corte d’Appello di Milano ha condannato l’ex moglie di Berlusconi a rifondere quanto ottenuto negli anni a titolo di assegno divorzile (sentenza n°4793 del 16 novembre 2017), che la Suprema Corte, con la recente ordinanza n°28326 del 17 ottobre 2017, pubblicata il 28 novembre 2017, ritorna a pronunciarsi sull’annosa questione della debenza dell’assegno divorzile, confermando la necessità di rivedere…

[Continua a leggere]

Cass. 29 agosto 2017 n. 205235 – niente assegno divorzile dal marito facoltoso all’ex moglie insegnante

  • 17 settembre 2017
  • avv. Maria Martignetti

Niente assegno di divorzio dal marito ricco all’ex moglie, professoressa.

Lo afferma la Corte di cassazione, con sentenza 29 agosto 2017 n. 205235, ribadendo i principi già esposti nella nota sentenza n. 11504 del 10 maggio scorso.

La donna, insegnante di matematica, proprietaria dell’abitazione in cui risiede e che aveva effettuato alcuni investimenti immobiliari, si era rivolta al tribunale di Fermo per ottenere un assegno di divorzio. Una richiesta motivata dalla necessità di…

[Continua a leggere]

Pagina 1 di 2 12