Martignetti e Romano - Studio Legale
Header Logo

Articoli e sentenze, suddivisi per aree tematiche

Addio all’assegno di mantenimento per la prole e all’assegnazione della casa – analisi del DDL “Pillon”

  • 4 settembre 2018
  • avv. Luigi Romano

Il primo agosto 2018, nel pieno dell’estate, è giunto in Senato il disegno di legge n°735 del 2018, c.d. DDL “Pillon”, dal nome del suo primo firmatario. Il disegno di legge si pone l’obiettivo di modificare radicalmente il diritto di famiglia, partendo dalla ripartizione paritetica dei tempi di permanenza dei figli, sino alle sue conseguenze in punto di assegno di mantenimento e di assegnazione della casa familiare.

Le origini europee del DDL

Nella relazione al DDL Pillon…

[Continua a leggere]

Opposizione a decreto ingiuntivo improcedibile se l’opponente non esperisce la mediazione in corso di giudizio nel termine assegnato – Tribunale Civile di Bologna, ordinanza del 19 luglio 2017, pubblicata il 3 agosto 2017

  • 3 agosto 2017
  • avv. Luigi Romano

Nella recente ordinanza del 19 luglio 2017, pubblicata il 3 agosto 2017, il Tribunale civile di Bologna ha dichiarato l’improcedibilità di un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, a seguito della mancata promozione della mediazione nel termine perentorio assegnato all’opponente, con conseguente definitività dell’opposto decreto ingiuntivo.

Il caso:

Con atto di citazione, un opponente aveva svolto domanda di opposizione a decreto ingiuntivo, contestandone l’ammontare alla…

[Continua a leggere]

Legittima la previsione della mediazione quale condizione di procedibilità in controversie riguardanti il consumatore, purché non sia obbligatoria l’assistenza dell’avvocato e sia garantito allo stesso di ritirarsi liberamente successivamente al primo incontro – CGUE, sentenza del 14 giugno 2017, causa C-75/16

  • 20 giugno 2017
  • avv. Luigi Romano

Con sentenza del 14 giugno 2017, la Corte di Giustizia dell’Unione europea, si è pronunciata sulla domanda di interpretazione pregiudiziale del Tribunale civile di Verona, vertente sulla legittimità della previsione, da parte del legislatore italiano, della mediazione quale condizione di procedibilità della domanda giudiziale relativa a controversie riguardanti la tutela dei consumatori.

Il giudizio a quo e le domande rivolte alla CGUE

La domanda trae origine dall’opposizione…

[Continua a leggere]

Cassazione 3 dicembre 2015 n. 24629 – E’ l’opponente a decreto ingiuntivo a dover avviare la mediazione

  • 11 dicembre 2015
  • avv. Maria Martignetti

La Cassazione, con sentenza 3 dicembre 2015 n. 24629,  risolve il contrasto che, ormai da alcuni anni ha, diviso la giurisprudenza di merito su fronti contrapposti. Ritiene la Corte che nel giudizio che si instaura per l’opposizione al decreto ingiuntivo – e dopo la pronuncia sulle istanze di concessione e sospensione della provvisoria esecuzione dello stesso – l’onere di avviare la mediazione obbligatoria deve gravare sulla parte opponente.

È infatti questa che ha interesse ad…

[Continua a leggere]

Tribunale di Pavia – G.I. Marzocchi – ordinanza 14 settembre 2015: nelle mediazioni è essenziale la presenza delle parti personalmente, a pena di improcedibilità

  • 20 dicembre 2015
  • avv. Maria Martignetti

Secondo l’ordinanza 14 settembre 2015 del Tribunale di Pavia, nella persona del dott. Marzocchi, nelle mediazioni c.d. obbligatorie, tanto ex lege quanto iussi judici, è essenziale la presenza delle parti personalmente. Difatti, il ruolo dell’avvocato è quello di semplice assistenza e non di rappresentanza della parte. La presenza della parte deve risultare dal verbale di mediazione del primo incontro e degli incontri successivi. Il Giudice chiede pertanto il deposito del verbale…

[Continua a leggere]

Tribunale di Firenze 15 ottobre 2015 GI dott. Scionti – Revoca del decreto ingiuntivo per mancato effettivo esperimento del tentativo di mediazione

  • 7 dicembre 2015
  • avv. Maria Martignetti

Il Tribunale di Firenze, G.I. dott. Scionti, con sentenza del 15 ottobre 2015, ha dichiarato l’improcedibilità della domanda introdotta con ricorso monitorio dalla Banca, nonchè la domanda riconvenzionale degli opponenti, per mancato esperimento del tentativo di mediazione.

Il Giudice ha rilevato che al primo incontro di mediazione le parti avevano semplicemente manifestato la volontà di non procedere con il tentativo di mediazione senza indicare gli specifici impedimenti.

Per…

[Continua a leggere]

Il Tribunale di Siracusa, con ordinanza 5 luglio 2015 invita il mediatore ad avanzare proposta conciliativa alle parti

  • 2 ottobre 2015
  • avv. Maria Martignetti

Il Tribunale di Siracusa,  con ordinanza 5 luglio 2015, non solo rinvia le parti in mediazione, ma precisa: – che la mediazione deve essere concretamente espletata e non si deve fermare al primo incontro informativo; –  invita, inoltre, il mediatore ad avanzare proposta conciliativa pur in assenza di congiunta richiesta delle parti; ammonisce, infine,  le parti ricordando loro  che il mancato ed effettivo procedimento di mediazione è sanzionata a pena di improcedibilità della domanda.

[Continua a leggere]