Martignetti e Romano - Studio Legale
Header Logo

Articoli e sentenze, suddivisi per aree tematiche

SEPARAZIONE LEGALE E SCIOGLIMENTO DELLA COMUNIONE

  • 15 settembre 2020
  • avv. Claudia Romano

(Cass. civ. Sez. VI – 2, Ord., 01-09-2020, n. 18156)

Il caso di specie riguarda una lite fra ex coniugi sulla proprietà comune di strumenti finanziari acquistati in costanza del regime di comunione legale e alienati dal solo marito, prima della separazione personale, sul presupposto della natura personale di tali strumenti (in quanto il loro acquisto era stato operato con capitali propri depositati all’estero e rimpatriati grazie al cosiddetto scudo fiscale).

In primo grado,  il…

[Continua a leggere]

Quarantena obbligatoria del figlio? Sì al lavoro agile e al congedo straordinario sino al 31 dicembre 2020

  • 10 settembre 2020
  • avv. Luigi Romano

Con Decreto Legge n°111 dell’8 settembre 2020, in vigore a fare data dal 9 settembre 2020, lo Stato italiano ha introdotto importanti misura a favore dei genitori-lavoratori dipendenti, nell’evenienza, tutt’altro che remota, in cui i figli siano costretti ad una quarantena obbligatoria.

In particolare, ai sensi dell’art. 5 del D.L. 111/2020 sono state introdotte le seguenti misure durante la durata “…della quarantena del figlio convivente, minore di anni quattordici, disposta…

[Continua a leggere]

Assegno divorzile e concreta verifica dell’attitudine dell’ex coniuge al lavoro – ordinanza n. 18522/20 della Corte di Cassazione, sez. VI Civile, depositata il 4 settembre

  • 9 settembre 2020
  • avv. Luigi Romano

L’ordinanza de quo ha ad oggetto un ricorso avverso il decreto con il quale la Corte d’Appello de L’Aquila aveva respinta la richiesta, proposta dall’ex marito, di revoca dell’assegno divorzile di euro 400, disposto a favore della ex moglie con la sentenza definitiva di cessazione degli effetti civili del matrimonio pronunciata dal Tribunale.

Con un unico motivo di ricorso, l’ex marito eccepisce l’omessa valutazione della possibilità dell’ex moglie di ricercare un…

[Continua a leggere]

comunicazione alla clientela – chiusura estiva per il mese di agosto

  • 31 luglio 2020
  • avv. Luigi Romano

Gentili Clienti,

lo Studio Legale Martignetti – Romano rende noto che resterà chiuso per ferie a partire dal lunedi 3 agosto e sino a lunedì 31 agosto 2020.

Per urgenze vi invitiamo a contattarci ai seguenti recapiti:

– avv. Maria Martignetti 339/119.57.27;

– avv. Luigi Romano 333/444.67.07.

 

 

Avv. Maria Martignetti            Avv. Claudia Romano               Avv. Luigi Romano       Avv. Marzia Capomagi

[Continua a leggere]

Pernotti infrasettimanali, illegittimo escluderli esclusivamente in considerazione della tenera età del minore – Corte di Cassazione, sez. I^ Civile, ordinanza 1° – 28 luglio 2020, n°16125

  • 29 luglio 2020
  • avv. Luigi Romano

La Suprema Corte, con l’ordinanza in commento, ha chiarito che l’esclusione del diritto del padre di tenere con sé il figlio anche di notte, non può dipendere unicamente dalla tenera età del minore, dovendosi sempre allegare e comprovare l’esistenza di uno specifico pregiudizio potenzialmente correlabile all’eventualità dei pernottamenti.

Il caso

Il Tribunale di Sassari, pronunciandosi su un ricorso ex art. 337-bis c.c. aveva escluso ogni possibilità di pernottamento del…

[Continua a leggere]

Malfunzionamento della PEC non imputabile del destinatario? Legittima la comunicazione della sentenza a mezzo fax – Corte di Cassazione, sez. II^ Civile, ordinanza 18 settembre 2019 – 17 luglio 2020, n. 15298

  • 22 luglio 2020
  • avv. Luigi Romano

I fatti di cui è causa

All’esito di un ricorso ex art. 702 bis c.p.c., la cancelleria del Tribunale civile di Roma comunicava al difensore dei ricorrenti la relativa sentenza conclusiva a mezzo fax, stante il “fallimento del tentativo di effettuare la medesima comunicazione a mezzo PEC per il malfunzionamento della casella di posta certificata”, per causa non imputabile al destinatario.

Il ricorrente, non avvedendosi per tempo della predetta comunicazione, iscriveva al ruolo…

[Continua a leggere]

Separazione giudiziale trasformata in consensuale innanzi al giudice istruttore: il termine per la proposizione della domanda di divorzio è di sei mesi decorrenti dall’udienza presidenziale – Tribunale di Verona, sentenza n°761/2020 del 16 maggio 2020

  • 16 luglio 2020
  • avv. Luigi Romano

L’art. 3, comma 4, della legge n°898/1970 stabilisce che “…per la proposizione della domanda di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio, le separazioni devono essersi protratte ininterrottamente da almeno dodici mesi dall’avvenuta comparizione dei coniugi innanzi al presidente del tribunale nella procedura di separazione personale e da sei mesi nel caso di separazione consensuale, anche quando il giudizio contenzioso si sia trasformato in consensuale, ovvero…

[Continua a leggere]

No alla revoca dei benefici prima casa in caso di cessione dell’immobile, convenuto nelle condizioni di separazione, prima del decorso del quinquennio – Corte di Cassazione, sezione tributaria, ordinanza n°7966 del 21 marzo 2019

  • 13 luglio 2020
  • avv. Luigi Romano

Il caso

Una coppia conveniva in sede di separazione consensuale di vendere a terzi l’ex casa familiare, dagli stessi acquistata meno di cinque anni prima beneficiando delle agevolazioni “prima casa”.

A seguito della revoca delle agevolazioni prima casa da parte dell’Agenzia delle Entrate, la coppia ricorreva vittoriosamente alla Commissione tributaria provinciale di Perugia. In sede di appello, tuttavia, la Commissione Tributaria Regionale dell’Umbria, ribaltava la decisione…

[Continua a leggere]

I difetti del bene di consumo che si manifestano entro 6 mesi dalla consegna si presumono esistenti ab origine – Corte di Cassazione, sez. II^, sentenza 10 ottobre 2019 – 30 giugno 2020, n°13148

  • 10 luglio 2020
  • avv. Luigi Romano

La Suprema Corte, con la sentenza in oggetto, ha chiarito che, ai sensi dell’art. 143, comma 3° Cod. Cons. sussiste una presunzione iuris tantum della sussistenza dei difetti di conformità, che si manifestino entro sei mesi dalla consegna del bene, già da tale data, salvo che l’ipotesi in questione sia incompatibile con la natura del bene o con la natura del difetto di conformità.

 

I fatti di cui è causa

Una coppia conveniva in giudizio una ditta da cui avevano acquistato…

[Continua a leggere]

L’abbandono da parte del genitore, se prolungato nel tempo, ha natura di illecito endofamiliare permanente e il diritto al risarcimento del danno non è soggetto a prescrizione quinquiennale – Corte di Cassazione, Sez. III, ordinanza n. 11097 del 18 novembre 2019, depositata il 10 giugno 2020

  • 30 giugno 2020
  • avv. Luigi Romano

Con la recente ordinanza n. 11097 depositata lo scorso 10 giugno 2020, la Suprema Corte di Cassazione ha chiarito che il disinteresse di un genitore protrattosi nel tempo costituisce non un illecito istantaneo ma permanente e il dies a quo del termine di prescrizione del diritto al risarcimento dei danni va individuato nel momento in cui la vittima della condotta di abbandono genitoriale è pervenuta nelle concrete condizioni di esercitabilità del diritto risarcitorio.

La vicenda

La…

[Continua a leggere]

«Dinanzi al magistrato non si va per tacere ma bensì per parlare, per far conoscere le proprie ragioni e i torti dell’avversario con dichiarazioni precise, positive e pertinenti alla lite» (L. MORTARA)