Martignetti e Romano - Studio Legale
Header Logo

Articoli e sentenze, suddivisi per aree tematiche

Corte di Cassazione, sez. Unite Civili, ordinanza 26 gennaio – 5 febbraio 2016, n. 2276 e Corte di Giustizia, sentenza del 15 luglio 2015, C-184/14 – Il giudice della separazione è competente in via accessoria a conoscere della domanda relativa all’affidamento e al mantenimento della prole residente abitualmente in un altro Stato membro?

  • 24 ottobre 2016
  • avv. Luigi Romano

La Sezioni Unite della Suprema Corte di Cassazione, con ordinanza 26 gennaio – 5 febbraio 2016, n°2276, dirimono, all’esito di un rinvio pregiudiziale alla Corte di Giustizia dell’Unione europea, un’interessante questione internazional-privatistica relativa alla (in)competenza giurisdizionale del giudice della separazione a conoscere accessoriamente della domanda relativa al mantenimento della prole risiedente abitualmente, unitamente ai genitori, in un altro Stato membro.

La…

[Continua a leggere]

Cassazione 4 ottobre 2016 n. 19811 – Nullo il matrimonio se la donna eccepisce tardivamente la prolungata convivenza in sede di delibazione

  • 11 ottobre 2016
  • avv. Maria Martignetti

Un uomo agisce davanti all’autorità giudiziaria italiana competente – la Corte d’appello – per il riconoscimento dell’efficacia della sentenza ecclesiastica anche per la legge dello Stato.

La Corte d’appello respingeva la domanda,  ritenendo che le parti avevano convissuto per tre anni nel periodo successivo alla celebrazione del matrimonio e la circostanza ostava al riconoscimento dell’efficacia della sentenza ecclesiastica. La convivenza triennale “come coniugi” è,…

[Continua a leggere]

Cass. 27 settembre 2016 n. 18987 – Il canone di locazione va pagato anche se l’appartamento è parzialmente inidoneo all’uso convenuto?

  • 7 ottobre 2016
  • avv. Maria Martignetti

Ricorda la terza sezione della Corte di Cassazione, con sentenza 27 settembre 2016 n. 18987 che «al conduttore non è consentito di astenersi dal versare il canone, ovvero di ridurlo unilateralmente, nel caso in cui si verifichi una riduzione o una diminuzione nel godimento del bene, e ciò anche quando si assume che tale evento sia ricollegabile al fatto del locatore.

La sospensione totale o parziale dell’adempimento dell’obbligazione del conduttore è, difatti, legittima soltanto qualora…

[Continua a leggere]

Il compenso dell’avvocato prescinde dalla liquidazione operata dal giudice? Cass. civ., sez. I^, sentenza n°9633 del 22 gennaio 2010, pubblicata il 22 aprile 2010

  • 28 settembre 2016
  • avv. Luigi Romano

Con sentenza del 22 gennaio 2010, n°9633, la I^ sezione della Suprema Corte di Cassazione si è pronunciata su un’annosa questione, frutto di accesi dibattiti tra avvocati e clienti: la determinazione del compenso professionale.

La vicenda trae origine dalla liquidazione da parte del giudice delegato del fallimento di una società in favore del difensore della suddetta di un importo notevolmente inferiore a quanto determinato dallo stesso professionista, il quale, pertanto decideva di…

[Continua a leggere]

Tribunale di Roma 23 giugno 2016 n. 12776: intervento al ginocchio senza benefici – condannati chirurgo e casa di cura

  • 16 luglio 2016
  • avv. Maria Martignetti

Il Tribunale di Roma, Sezione Tredicesima Civile, G.I. dott. Moriconi, con sentenza 23 giugno 2016 n. 12666 condanna sia un chirurgo che una casa di cura, a seguito di un errato intervento chirurgico subito da una donna per la ricostruzione del legamento crociato del ginocchio destro.

Sono evidenti, ad avviso del Giudice, gli errori commessi dal chirurgo sia prima, sia durante, sia dopo l’operazione:

  • l’aver effettuato un intervento di ricostruzione del legamento su ginocchio…
[Continua a leggere]

Tribunale Civile di Roma 11 ottobre 2016 n. 1879: € 30.000 di multa alla madre che boicotta gli incontri del padre con il figlio

  • 22 ottobre 2016
  • avv. Maria Martignetti

Denigrare la figura del padre e incidere negativamente sul rapporto padre – figlio può costare molto caro, ha recentemente affermato il Tribunale Civile di Roma, con sentenza 11 ottobre 2016 n. 1879.

Il collegio giudicante, accertava che la madre (genitore collocatario) non aveva in alcun modo tentato di riavvicinare il figlio al padre «risanandone il rapporto nella direzione di un sano e doveroso recupero necessario per la crescita equilibrata del minore ma al contrario aveva continuato…

[Continua a leggere]

Il prestito vitalizio ipotecario

  • 13 luglio 2016
  • avv. Maria Martignetti

Cosa dice sostanzialmente la legge sul prestito vitalizio ipotecario

 Il prestito vitalizio ipotecario ha per oggetto la concessione da parte di banche di “finanziamenti a medio e lungo termine” .

I finanziamenti vengono poi garantiti nei confronti della banca da “ipoteca di 1° grado su immobili residenziali”.

In caso di morte del mutuatario il debito deve essere pagato dai suoi eredi.

Il finanziamento può essere rimborsato integralmente in unica soluzione al momento della…

[Continua a leggere]

Cass. 30 giugno 2016 n. 13435 – la legge non prevede limiti di età per chi intende procreare un figlio

  • 31 dicembre 2016
  • avv. Maria Martignetti

La legge non prevede limiti di età per chi intende generare un figlio.

Per tale ragione la Cassazione, con sentenza 30 giugno 2016 n. 13435, ha accolto il ricorso straordinario di una coppia di coniugi ai quali la figlia era stata tolta a poche settimane della nascita per abbandono di minore.

Alla base dell’accusa, oggetto anche di  un processo penale, l’aver lasciato la bambina da sola in macchina.

Nel processo si era però chiarito che la bimba non aveva corso, in realtà, alcun…

[Continua a leggere]

Cass. 10 giugno 2016 n. 12013: spese straordinarie: ma è veramente necessario il consenso dell’altro genitore? No.

  • 22 ottobre 2016
  • avv. Maria Martignetti

Afferma la sesta sezione della Corte di Cassazione, con sentenza 10 giugno 2016 n. 12013 che il principio di bi-genitorialità non può comportare la effettuabilità e la rimborsabilità delle sole spese straordinarie che abbiano incontrato il consenso di entrambi i genitori escludendo così anche quelle spese che si dimostrino non voluttuarie e corrispondenti all’interesse del figlio beneficiario del diritto al mantenimento (quali quelle conseguenti alla scelta dell’università più…

[Continua a leggere]

Unioni civili e convivenze di fatto – legge n. 76 del 20 maggio 2016

  • 2 giugno 2016
  • avv. Maria Martignetti

Unioni civili e convivenze di fatto – legge 20 maggio 2016 n. 76

In data 5 giugno 2016 entrerà in vigore la Legge 20 maggio 2016 n. 76 ( G.U . 21.5.2016 S.G.. n. 118)  riguardante la: “ Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze”.

Nei successivi trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge  saranno stabilite, con Decreto del presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministero dell’Interno, le…

[Continua a leggere]

«Dinanzi al magistrato non si va per tacere ma bensì per parlare, per far conoscere le proprie ragioni e i torti dell’avversario con dichiarazioni precise, positive e pertinenti alla lite» (L. MORTARA)