Martignetti e Romano - Studio Legale
Header Logo

Articoli e sentenze, suddivisi per aree tematiche

Esecuzione immobiliare sull’immobile di proprietà dei coniugi in comunione dei beni

  • 13 febbraio 2021
  • avv. Maria Martignetti

La comunione legale si instaura, come noto, sull’intero patrimonio comune complessivamente inteso, per cui ciascuno dei coniugi è titolare di un diritto avente ad oggetto tutti i beni della comunione e ognuno di essi per l’intero e non per una frazione.

La quota, pertanto, nella comunione legale, ha una valenza secondaria e residuale, che risponde a tre funzioni molto specifiche:

– stabilire la misura entro cui i beni della comunione possono essere aggrediti creditori personali (art….

[Continua a leggere]

Cass.7 gennaio 2021, n. 39 – in caso di occupazione abusiva il danno si presume fino a prova contraria

  • 21 gennaio 2021
  • avv. Maria Martignetti

Nel caso di occupazione illegittima di un immobile, il danno subito dal proprietario è oggetto di una presunzione correlata alla normale fruttuosità del bene, presunzione che, tuttavia, essendo basata sull’id quod plerumque accidit, ha carattere relativo iuris tantum e, quindi, ammette la prova contraria.

A confermarlo è la Cassazione con ordinanza 7 gennaio 2021, n. 39.

 

 

Cass. civ. Sez. VI – 2, Ord., (ud. 20-11-2020) 07-01-2021, n. 39

Svolgimento del processo – Motivi…

[Continua a leggere]

Cass. 13 gennaio 2021 n. 376 – Immobile acquistato da uno solo dei coniugi dopo la separazione personale

  • 20 gennaio 2021
  • avv. Maria Martignetti

Tra i coniugi, già in regime di comunione legale dei beni, non diviene di proprietà comune l’immobile acquistato da uno solo di essi dopo la loro separazione personale, quest’ultima costituendo causa di scioglimento della comunione medesima con la decorrenza prevista dall’art. 191 c.c., comma 2.

Invece, per l’opponibilità ai terzi dei descritti effetti dello scioglimento della comunione legale derivante dalla separazione personale dei coniugi, relativamente all’acquisto di beni immobili…

[Continua a leggere]

SUPERBONUS – I CHIARIMENTI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

  • 4 gennaio 2021
  • avv. Luigi Romano

L’Agenzia delle Entrate, con circolare n°30/E del 22 dicembre 2020, ha offerto ulteriori preziosi chiarimenti in merito alla “Detrazione per interventi di efficientamento energetico e di riduzione del rischio sismico degli edifici prevista dall’articolo 119 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (Decreto Rilancio)”.

Tra di essi, si segnala:

  • la definizione di “accesso autonomo all’esterno”, introdotto dal comma 1-bis della legge n°104 del 14 agosto 2020, da…
[Continua a leggere]

Interrotto il termine per l’impugnazione della delibera assembleare a seguito dell’avvio della mediazione: Tribunale civile di Roma, sez. V^, sentenza del 12 ottobre 2020, depositata in cancelleria il 13 ottobre 2020

  • 9 dicembre 2020
  • avv. Luigi Romano

Il Tribunale civile di Roma, sez. V^, con la sentenza in oggetto, ha chiarito che il termine di 30 giorni per l’impugnazione di una delibera condominiale, di cui all’art. 1137 co. 2° c.c., deve ritenersi interrotto (e non sospeso) dalla proposizione dell’istanza di mediazione, con conseguente sua decorrenza, di nuovo e per intero, dalla data di sottoscrizione del verbale negativo di mediazione.

Il caso

Due condomini evocavano in giudizio il condominio per ottenere…

[Continua a leggere]

IL CONDOMINIO PUO’ OBBLIGARE UN CONDOMINO AD ESEGUIRE LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DEL SUO BALCONE?

  • 7 dicembre 2020
  • avv. Claudia Romano

(Cass. ord. n. 22572 del 16 ottobre 2020)

I balconi aggettanti – quelli cioè che affacciano in aria e sono un prolungamento dell’appartamento oltre la linea perpendicolare della facciata dell’edificio – sono di proprietà privata. Si tratta cioè di aree che sono nella esclusiva proprietà del singolo condomino.

Conseguenze di tale regime sono, da un lato, che il condominio non può obbligare i singoli condomini a effettuare lavori di ammodernamento o rifacimento dei balconi,…

[Continua a leggere]

No alla revoca dei benefici prima casa in caso di cessione dell’immobile, convenuto nelle condizioni di separazione, prima del decorso del quinquennio – Corte di Cassazione, sezione tributaria, ordinanza n°7966 del 21 marzo 2019

  • 13 luglio 2020
  • avv. Luigi Romano

Il caso

Una coppia conveniva in sede di separazione consensuale di vendere a terzi l’ex casa familiare, dagli stessi acquistata meno di cinque anni prima beneficiando delle agevolazioni “prima casa”.

A seguito della revoca delle agevolazioni prima casa da parte dell’Agenzia delle Entrate, la coppia ricorreva vittoriosamente alla Commissione tributaria provinciale di Perugia. In sede di appello, tuttavia, la Commissione Tributaria Regionale dell’Umbria, ribaltava la decisione…

[Continua a leggere]

Legittimo il recesso dal contratto preliminare di compravendita se manca l’abitabilità dell’immobile – Cass. civ. Sez. II^, Ordinanza (ud. 12-11-2019) del 20-05-2020, n°9226

  • 26 maggio 2020
  • avv. Luigi Romano

Con la recente ordinanza n°9226/2020, depositata lo scorso 20 maggio 2020, la Suprema Corte di Cassazione si è pronunciata sulla legittimità dell’esercizio del diritto di recesso del promissario acquirente dal contratto preliminare di compravendita a seguito dell’assenza del certificato di agibilità dell’immobile al momento della stipula del contratto definitivo.

La vicenda

La controversia origina dal ricorso ex art. 702 bis c.p.c. con cui i promittenti venditori di un immobile…

[Continua a leggere]

Assemblee condominiali “in presenza” – le Linee Guida di Confedilizia

  • 19 maggio 2020
  • avv. Luigi Romano

Come noto, ai sensi dell’art. 1, comma 10 del D.L. 33 del 16 maggio 2020 è espressamente previsto che “Le riunioni si svolgono garantendo il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”.
Dal 18 maggio 2020, pertanto, appare possibile lo svolgimento, accanto alle c.d. assemblee “da remoto” – mediante video conferenze – anche di quelle in presenza.
Dubbi, tuttavia, sono sorti circa la possibilità di ricomprendere nella nozione di “riunione”…

[Continua a leggere]

Appalto, quali le responsabilità del direttore dei lavori, dell’appaltatore, del progettista e del committente in caso di difetti, anomalie, vizi o crollo dell’edificio?

  • 5 marzo 2020
  • avv. Luigi Romano

Di seguito una disamina delle più recenti massime estratte dai provvedimenti emanati dalle Corti di merito e dalla Suprema Corte in punto di:

1) Responsabilità esclusiva dell’appaltatore per vizi dell’opera

  • Corte d’Appello Milano Sez. IV^ Sent., 17/01/2020 (O. S.P.A c. A. s.p.a e altri): “L’appaltatore, dovendo assolvere al proprio dovere di osservare i criteri generali della tecnica relativi al particolare lavoro affidatogli, è obbligato a controllare, nei limiti delle sue…
[Continua a leggere]

Pagina 1 di 3 123