Martignetti e Romano - Studio Legale
Header Logo

Articoli e sentenze, suddivisi per aree tematiche

Interrotto il termine per l’impugnazione della delibera assembleare a seguito dell’avvio della mediazione: Tribunale civile di Roma, sez. V^, sentenza del 12 ottobre 2020, depositata in cancelleria il 13 ottobre 2020

  • 9 dicembre 2020
  • avv. Luigi Romano

Il Tribunale civile di Roma, sez. V^, con la sentenza in oggetto, ha chiarito che il termine di 30 giorni per l’impugnazione di una delibera condominiale, di cui all’art. 1137 co. 2° c.c., deve ritenersi interrotto (e non sospeso) dalla proposizione dell’istanza di mediazione, con conseguente sua decorrenza, di nuovo e per intero, dalla data di sottoscrizione del verbale negativo di mediazione.

Il caso

Due condomini evocavano in giudizio il condominio per ottenere…

[Continua a leggere]

CORONAVIRUS E SCUOLE – QUALE LA RESPONSABILITÀ DEI DIRIGENTI SCOLASTICI?

  • 15 ottobre 2020
  • avv. Luigi Romano

Da poche settimane è ripresa la scuola in presenza e con essa, aimè, una crescita esponenziale dei contagi da Covid-19.

Ciò ha determinato giustificate preoccupazioni nei dirigenti scolastici, circa le eventuali responsabilità civili, ex art. 2087 c.c., e penali a loro ascrivibili in caso di contagi del personale scolastico o degli alunni nel luogo di lavoro. E ciò in quanto, come noto, sui dirigenti scolastici gravano gli obblighi e i compiti organizzativi individuati dal D.lgs. 9…

[Continua a leggere]

I difetti del bene di consumo che si manifestano entro 6 mesi dalla consegna si presumono esistenti ab origine – Corte di Cassazione, sez. II^, sentenza 10 ottobre 2019 – 30 giugno 2020, n°13148

  • 10 luglio 2020
  • avv. Luigi Romano

La Suprema Corte, con la sentenza in oggetto, ha chiarito che, ai sensi dell’art. 143, comma 3° Cod. Cons. sussiste una presunzione iuris tantum della sussistenza dei difetti di conformità, che si manifestino entro sei mesi dalla consegna del bene, già da tale data, salvo che l’ipotesi in questione sia incompatibile con la natura del bene o con la natura del difetto di conformità.

 

I fatti di cui è causa

Una coppia conveniva in giudizio una ditta da cui avevano acquistato…

[Continua a leggere]

Mobile di un’altra tonalità di colore? Quali tutele per il consumatore? – Corte di Cassazione, sez. II^ Civile, ordinanza 2 luglio 2019 – 3 giugno 2020, n. 10456

  • 8 giugno 2020
  • avv. Luigi Romano

La Suprema Corte, con la sentenza in commento, chiarisce che la differenza di tonalità di colore del bene acquistato non integra la fattispecie della vendita aliud pro alio, bensì un difetto di conformità di lieve entità, con conseguente diritto per il consumatore di richiedere, senza spese, il ripristino della conformità del bene mediante riparazione o sostituzione, ovvero una riduzione adeguata del prezzo (ai sensi dell’art. 130 del Codice del Consumo) ma non la risoluzione del…

[Continua a leggere]

LA TITOLARITÀ IN CAPO ALL’ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE DEI COMPENSI PER ATTIVITÀ DEI PROFESSIONISTI – CASS. CIV. SEZ. II^, ORDINANZA DEL 29 APRILE 2020 N°8358

  • 5 maggio 2020
  • avv. Luigi Romano

Il caso

Un’associazione professionale tra avvocati aveva ottenuto un’ingiunzione di pagamento per l’importo di Euro 39.936,69 a titolo di spettanze professionali per le attività giudiziali e stragiudiziali svolte in favore di una società.

In sede di opposizione, il Tribunale revocava l’ingiunzione di pagamento “…ritenendo che l’incarico non potesse esser conferito allo studio professionale, stante la natura personale dell’attività difensiva, e che non vi fosse prova che…

[Continua a leggere]

Cessata materia del contendere: è dovere del giudice rilevarla, anche d’ufficio – Cass. civ. Sez. VI^ – 3, Ord., (ud. 27-06-2019) 22-04-2020, n. 8034

  • 28 aprile 2020
  • avv. Luigi Romano

Il fatto

La Corte d’Appello di Genova, nonostante le parti fossero addivenute ad un’intesa stragiudiziale all’esito dell’espletata CTU espletata nel giudizio di appello, si pronunciava sul merito dell’impugnazione rigettandola e condannando l’appellato al pagamento delle spese non imponibili sostenute dalla controparte in primo grado nonché al pagamento delle spese legali dell’appello.

Avverso tale decisione l’appellato proponeva ricorso per cassazione dolendosi, inter alia…

[Continua a leggere]

Compenso avvocato: inammissibilità della prova testimoniale per anticipazioni di pagamento per prestazioni professionali, se eccedente i limiti posti dall’art. 2721, comma 2, c.c. – Cassazione Civile, Sez. II^, sentenza n. del 12 settembre 2019, depositata in cancelleria il 20 aprile 2020

  • 23 aprile 2020
  • avv. Luigi Romano

La Seconda Sezione Civile della Corte di Cassazione, con sentenza n. 7940 del 12 settembre 2019, ha ribadito il principio, ormai cristallizzato dagli Ermellini, secondo il quale la deroga posta dal secondo comma dell’art. 2721 c.c. è ammissibile solo se giustificata da una concreta valutazione delle ragioni per cui la parte, incolpevolmente, non sia in possesso di documentazione scritta.

I fatti di cui è causa

La vicenda trae origine da un procedimento di ingiunzione promosso da un…

[Continua a leggere]

Covid-19 e Giustizia: i chiarimenti della Suprema Corte sulla portata delle misure adottate dal Governo, dalla sospensione dei termini processuali al rinvio delle udienze

  • 20 aprile 2020
  • avv. Luigi Romano

Dal 1° aprile 2020 sono disponibili sul sito http://www.cortedicassazione.it/cassazione-resources/resources/cms/documents/Rel028-2020.pdf, i chiarimenti offerti dalla Corte di Cassazione sul contenuto e la portata delle misure adottate dal Governo per il contrasto al diffondersi del corona virus, di cui al D.L. n°18/2020.

In particolare:

  • il rinvio d’ufficio delle udienze deve essere inteso come “un mero rinvio ex lege e non di una sospensione dei processi, sicché non si applica…
[Continua a leggere]

Ritardo nel volo acquistato in un pacchetto “tutto compreso” mediante Agenzia di Viaggi? È competente a pronunciarsi sulla domanda di risarcimento l’autorità dello Stato di partenza ai sensi del regolamento CE 44/01 – Corte giustizia Unione Europea Sez. I, Sent., 26-03-2020, causa C-215/18

  • 8 aprile 2020
  • avv. Luigi Romano

Il giudizio a quo

 

Una cittadina ceca a seguito di un ritardo di oltre 4 ore su un volo della Primera Air Scandinavia A/S (una società commerciale di trasporto aereo con sede in Danimarca), acquistato all’interno di un pacchetto “tutto compreso” mediante Agenzia di Viaggi della sua città, proponeva ricorso dinnanzi al giudice nazionale al fine di ottenere il risarcimento da parte della compagnia aerea dei relativi danni ai sensi del regolamento (CE) n. 261/2004 del Parlamento…

[Continua a leggere]

Appalto, quali le responsabilità del direttore dei lavori, dell’appaltatore, del progettista e del committente in caso di difetti, anomalie, vizi o crollo dell’edificio?

  • 5 marzo 2020
  • avv. Luigi Romano

Di seguito una disamina delle più recenti massime estratte dai provvedimenti emanati dalle Corti di merito e dalla Suprema Corte in punto di:

1) Responsabilità esclusiva dell’appaltatore per vizi dell’opera

  • Corte d’Appello Milano Sez. IV^ Sent., 17/01/2020 (O. S.P.A c. A. s.p.a e altri): “L’appaltatore, dovendo assolvere al proprio dovere di osservare i criteri generali della tecnica relativi al particolare lavoro affidatogli, è obbligato a controllare, nei limiti delle sue…
[Continua a leggere]

Pagina 1 di 5 12345