Martignetti e Romano - Studio Legale
Header Logo

Articoli e sentenze, suddivisi per aree tematiche

Tutela dei diritti dei minori nello spazio europeo – pubblicata la nuova guida dell’Agenzia Ue sui diritti fondamentali

  • 8 dicembre 2015
  • avv. Maria Martignetti

L’Agenzia europea dei diritti fondamentali dell’Unione europea e la Corte europea dei diritti dell’uomo, il 20 novembre 2015, nel corso della giornata mondiale per l’infanzia, hanno pubblicato il “Manuale di diritto europeo sui diritti del bambino” (fra-ecthr-2015-handbook-european-law-rights-of-the-child_en) che raccoglie la normativa e la prassi giurisprudenziale sviluppatasi nel contesto europeo, sia con riguardo all’Unione europea sia alla Corte europea dei diritti dell’uomo.

Si tratta della prima guida completa sul tema, che tenga conto sia della giurisprudenza della Corte Europea per i diritti dell’uomo che della Corte di Giustizia dell’Unione europea (CGUE). Fornisce informazioni su: la Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea e regolamenti e direttive in materia; la Carta sociale europea (CES); le decisioni del Comitato europeo dei diritti sociali; altri strumenti del Consiglio d’Europa; la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo (CRC) e altri strumenti internazionali.

Questo manuale è progettato per assistere gli avvocati, giudici, procuratori, operatori sociali, le organizzazioni non governative e altri organismi che devono affrontare questioni giuridiche relative ai diritti del fanciullo. La pubblicazione riguarda questioni come l’uguaglianza, l’identità personale, la vita familiare, l’adozione, migrazione e asilo, protezione dei bambini contro la violenza e lo sfruttamento, così come i diritti dei bambini all’interno della giustizia penale e delle procedure alternative.

Il manuale è disponibile in inglese e francese.

 

Trovi interessante questo articolo? Condividilo!

 

«Dinanzi al magistrato non si va per tacere ma bensì per parlare, per far conoscere le proprie ragioni e i torti dell’avversario con dichiarazioni precise, positive e pertinenti alla lite» (L. MORTARA)