Martignetti e Romano - Studio Legale
Header Logo

Articoli e sentenze, suddivisi per aree tematiche

Cass. 9 ottobre 2015, n. 20366 – caduta dalle scale di una cripta: va esclusa la responsabilità del custode se il danno era evitabile

  • 25 ottobre 2015
  • avv. Maria Martignetti

Niente risarcimento del danno per la donna caduta nella crispta di una chiesa in pieno giorno.

 Lo afferma la Sezione VI-3 della Corte di Cassazione, con sentenza 9 ottobre 2015 n. 20366, precisando  che, ai fini di cui all’art. 2051 cod. civ., il caso fortuito può essere integrato anche dalla colpa del danneggiato, poiché la pericolosità della cosa impone un obbligo massimo di cautela, proprio poiché il pericolo è altamente prevedibile.

E tale prevedibilità con l’ordinaria diligenza è sufficiente ad escludere la responsabilità del custode anche ai sensi dell’art. 2051 cod. civ.

 

 

Allegati

 

Trovi interessante questo articolo? Condividilo!

 

«Dinanzi al magistrato non si va per tacere ma bensì per parlare, per far conoscere le proprie ragioni e i torti dell’avversario con dichiarazioni precise, positive e pertinenti alla lite» (L. MORTARA)